Calabrese - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno calabrese

Il vitigno Calabrese

Il vitigno Calabrese è più noto come Nero d'Avola, il nome "Calabrese" lascerebbe pensare ad origini in Calabria, in realtà si tratta di un vitigno autoctono della Sicilia. Il vitigno Calabrese è presente in varie denominazioni in uvaggio con altri vitigni, in purezza ha la capacità di dare origine a vini di grande struttura e complessità, adatti ad invecchiamento anche lungo.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Calabese N. 46 Nero d'Avola N. Abruzzo, Calabria, Lazio, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Calabrese

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Calabrese ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: grande, orbicolare, intera.
  • Grappolo: medio, conico, alato, spesso composto e mediamente compatto.
  • Acino: medio, ellissoidale od ovale Buccia: pruinosa, di medio spessore, molto resistente, di colore bluastro.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Calabrese viene preferibilmente allevato ad alberello o a spalliera e necessita di potatura corta e povera.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Calabrese ha una produzione regolare e costante.

Caratteristiche vino:

Vinificato in purezza, il Calabrese dà vini di struttura, intensi, armonici e caldi, con sentori di prugna e di ciliegia, talvolta speziato.