Bombino Nero - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno bombino nero

Il vitigno Bombino Nero

Il vitigno Bombino Nero è coltivato soprattutto in Puglia, dove per anni è stato noto per la sua grande vigoria e produttività. Per questa ragione il Bombino Nero era anche chiamato "buonvino". Il nome potrebbe anche derivare da "Bambino" per la particolare forma del grappolo che ricorda, per l'appunto, un bambino. Dal Bombino Nero si ricavano anche vini di notevole qualità, come nella zona di Castel del Monte e di Lizzano.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Bombino nero N. 33 Bombino*, Bovino* Basilicata, Lazio, Sardegna Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto 1970 Locali

Caratteristiche del vitigno Bombino Nero

Colore Bacca: Nera

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Bombino nero ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: media e quinquelobata.
  • Grappolo: grosso, composto o con due ali, compatto.
  • Acino: grosso, sferoidale  Buccia: pruinosa, spessa e consistente, di colore blu.

Coltura ed allevamento:

Il vitigno Bombino Nero si adatta a qualsiasi situazione pedo-climatica; non necessita di colture particolari.

Caratteristiche produzione:

Il vitigno Bombino Nero ha vigoria buona, matruazione tardiva e produzione abbondante.

Caratteristiche vino:

Dal vitigno Bombino Nero si ottiengono vini di colore rosso rubino chiaro di sapore asciutto,aromatico,giustamente tannico,odore vinoso gradevole,ricco di sostanze estrattive. I vini ottenuti dal vitigno Bombino Nero si prestano all'invecchiamento e all'uvaggio con altre varietà presenti nelle zone di coltivazione come Uva di Troia,Malvasia Nera e Montepulciano per la produzione di vini rossi o rosati.