Bianchetta Genovese - La Guida dei Vitigni d'Italia

vitigno bianchetta genovese

Il vitigno Bianchetta genovese

Il vitigno Bianchetta Genovese, come indica il nome, è presente in Liguria, soprattutto nella zona di Genova e della Val Polcevera. Si tratta di un vitigno molto antico, la cui coltivazione si spinge fino alla Toscana, nell'area Carrarese. Come in molti casi analoghi, l'origine del suo nome è da ricondursi al colore molto chiaro delle sue bacche. Col vitigno Bianchetta Genovese si ottengono vini fruttati, freschi e leggeri.

Estratto dal catalogo vitigni

Nome varietà Codice varietà Sinonimi riconosciuti Autorizzato province Autorizzato regioni Raccomandato province Raccomandato regioni Anno ins. Gruppi
Bianchetta genovese B. 26 Albarola B. (8) Liguria 1970 Autoctoni

Caratteristiche del vitigno Bianchetta Genovese

Colore Bacca: Bianca

Caratteristiche varietali:

Il vitigno Bianchetta Genovese ha le seguenti caratteristiche varietali:

  • Foglia: medio-piccola, pentgonale, itera o trilibata
  • Grappolo: medio o medio-piccolo, conico, con2 o3 alli, compatto
  • Acino: medio-piccolo, elissoidale Buccia: leggermente pruinosa, sottile, di colore bianco-verdastro o bianco-giallastro.

Coltura ed allevamento:

Caratteristiche produzione:

Caratteristiche vino:

Dal vitigno Bianchetta Genovese si produce un vino bianco di colore giallo paglierino scarico, profumo delicato, sapore fresco, secco e leggero, da bere entro il suo primo anno di vita.

Denominazioni in cui il vitigno è presente