Vitigni aromatici

I vitigni aromatici

Si definiscono aromatici quei vitigni le cui bacche contengono in misura significativa sostanze appartenenti al gruppo dei terpeni, di cui nelle uve se ne contano circa un centinaio. Le più note sono il geraniolo, il linalolo e il nerolo. Essi sono responsabili dei comunemente detti "profumi primari", riscontrabili sia nei vini finiti che nella bacche mature. I terpeni si trovano soprattutto nella buccia dell’acino e sono responsabili delle forti note di salvia, muschio, rosa, pera, pesca e altri frutti che caratterizzano i vitigni aromatici.

Per maggiori chiarimenti, vedi anche il nostro articolo sulle classi dei profumi nei vini.

I vitigni aromatici, quelli cioè che manifestano la presenza di aromi primari,  sono sostanzialmente i Moscati (tutti), le Malvasie (alcune), il Brachetto, il Traminer aromatico e pochi altri.


Piemonte
vitigno brachetto
Emilia-Romagna
vitigno famoso
Trentino-Alto Adige
vitigno goldtraminer
Basilicata
vitigno malvasia bianca basilicata
Piemonte
malvasia casorzo
Sicilia
vitigno malvasia lipari
Sardegna
vitigno malvasia sardegna
Piemonte
malvasia schierano
Puglia
vitigno malvasia nera brindisi
Puglia
vitigno moscatello selvatico
Piemonte
vitigno moscato bianco
Lombardia
vitigno moscato scanzo
Lazio
vitigno moscato di terracina
Veneto
vitigno moscato giallo
Trentino-Alto Adige
vitigno moscato rosa
Sicilia
vitigno zibibbo