Borgo Scopeto La Guida Vini di Quattrocalici.it

Borgo Scopeto

Le prime notizie di Borgo Scopeto, nel comune di Castelnuovo Berardenga, risalgono al 1079, quando la cattedrale di Siena eresse un insediamento fortificato a difesa della città. Nel Quattrocento l’insediamento venne donato alla nobile famiglia senese dei Sozzini, che vi fondò una fiorente azienda agricola dedita principalmente alla coltivazione della vite e dell’olivo. Intorno alla bella torre trecentesca che ancora oggi caratterizza il profilo del borgo nacquero via via la villa padronale e le case dei contadini, abitate fino ad anni recenti. Tra il Cinquecento e il Seicento Borgo Scopeto fu al centro di animate discussioni teologiche sulla Riforma, e due dei rappresentanti della famiglia Sozzini vennero perseguitati dalla Chiesa per sospetto di eresia.

Borgo Scopeto

La prima bottiglia di Chianti Classico di Borgo Scopeto venne prodotta nel 1990 e sette anni dopo la tenuta fu acquistata da Elisabetta Gnudi Angelini, che iniziò subito i lavori di recupero del Borgo per trasformarlo in uno dei più affascinanti ed esclusivi relais della Toscana. Contestualmente viene costruita la nuova cantina di vinificazione e invecchiamento a qualche chilometro dal Borgo, in modo da razionalizzare tutto il processo produttivo e staccarlo dall’attività alberghiera. La cantina, concepita secondo la moderna tecnologia “a caduta”, è costruita su due livelli con la zona invecchiamento completamente interrata. Allo stesso tempo, i vecchi vigneti coltivati “a tendone” sono stati completamente reimpiantati utilizzando il più moderno sistema a cordone speronato. Tra l’altro, Borgo Scopeto vanta una delle vigne più grandi della Toscana, che si estende senza interruzioni per ben 26 ettari. In località Misciano c’e un vigneto che dà nome alla prestigiosa Riserva di Chianti Classico nata nel 1999 per volontà di Elisabetta Gnudi Angelini. Il Chianti Classico di Borgo Scopeto, nelle due tipologie di Annata e Riserva, è apprezzato in Italia e nel mondo per il suo stile perfettamente aderente al territorio e alla denominazione. A questi si affiancano il Supertuscan Borgonero e il Vin Santo Doc Chianti Classico. A Borgo Scopeto infine nascono anche uno straordinario olio extra vergine di oliva a Dop Chianti Classico e “Il Balsamico”, condimento prodotto a partire dalle uve aziendali e invecchiato 8 anni presso l’Acetaia Malpigli di Modena.


 Produttore consigliato da Quattrocalici.it
Borgo Scopeto
53010 Castelnuovo Berardenga (Siena)
Strada comunale 14
http://www.borgoscopeto.com
Tel: 0577848390
Dati aziendali:
Anno di fondazione: 2000
Produzione: 270000 bott./anno
Ettari vitati: 70.0
Azienda agrituristica:
Visite all'azienda: Su prenotazione
Vendita diretta:
Vendita online:

I Vini selezionati da Quattrocalici.it per questa cantina

Nome vino Produttore vino Gruppo vini Caratteristiche Fascia prezzo
Borgonero Borgo Scopeto Uvaggi rossi Rosso Fermo Secco < € € >
Chianti Classico Riserva Misciano Borgo Scopeto Chianti Rosso Fermo Secco < € € >
Vin Santo del Chianti Classico Borgo Scopeto Vin Santo Bianco Fermo Dolce < € € >

Conosci questa cantina? Se vuoi puoi condividere un commento su Facebook: