Azienda Agricola Viviani La Guida Vini di Quattrocalici.it

Azienda Agricola Viviani

La famiglia Viviani coltiva dieci ettari di vigneto in località Mazzano nella Valpolicella classica. L’esposizione dei vigneti (Sud-Sud Est) e la loro altitudine (350-450 m.) garantiscono le migliori condizioni ambientali per la coltura della vite, a queste si aggiungono la posizione ventilata e la bassa umidità che favoriscono l’appassimento delle uve dalle quali si ottengono il Recioto e l’Amarone.

I Viviani si sono proposti di esaltare col loro lavoro le caratteristiche del proprio fondo; anzitutto utilizzando nel vigneto quelle pratiche colturali che permettono alla vite di raggiungere l’equilibrio fondamentale per ottenere uve di qualità. Ciò ha significato un mprogressivo abbandono dei prodotti di sintesi (diserbanti, pesticidi e concimi) tanto che oggi l’Azienda Agricola Viviani è in grado di partecipare alla direttiva CEE 2078 per l’agricoltura ecocompatibile.

Inoltre estendendo questa impostazione di fondo alle pratiche di mcantina la Famiglia Viviani usa la moderna tecnologia nel rispetto per la materia prima e per la più autentica tradizione regionale.

Amarone Viviani

 Produttore consigliato da Quattrocalici.it
Azienda Agricola Viviani
37020 Negrar (Verona)
Tel:
Dati aziendali:
Anno di fondazione: 1936
Produzione: 80000 bott./anno
Ettari vitati: 10.0
Azienda agrituristica: no
Visite all'azienda: Su prenotazione
Vendita diretta:
Vendita online:

I Vini selezionati da Quattrocalici.it per questa cantina

Nome vino Produttore vino Gruppo vini Caratteristiche Fascia prezzo
Amarone Classico Azienda Agricola Viviani Amarone Rosso Fermo Secco < € >
Amarone della Casa dei Bepi Azienda Agricola Viviani Amarone Rosso Fermo Secco < € € € >
Recioto della Valpolicella Azienda Agricola Viviani Recioto della Valpolicella Rosso Fermo Dolce < € € € >
Valpolicella Campo Morar Azienda Agricola Viviani Valpolicella Rosso Fermo Secco < € € >
Valpolicella Classico Azienda Agricola Viviani Valpolicella Rosso Fermo Secco < € >

Conosci questa cantina? Se vuoi puoi condividere un commento su Facebook: