Trentino-Alto Adige: L'Enoturismo in Regione

Le Guide per l'Enoturismo di Quattrocalici.it

La regione Trentino-Alto Adige

In queste pagine forniamo le informazioni di base per chi vuol pianificare un viaggio o una gita in una determinata regione o provincia d'Italia, ed in particolare nella regione Trentino-Alto Adige. Forniamo, oltre all'elenco delle aziende vinicole da noi selezionate, anche l'indicazione delle aziende dotate di una struttura agrituristica, cioè in grado di offrire vitto e/o alloggio a clienti o visitatori. Inoltre, riportiamo l'elenco dei siti dei Consorzi di tutela relativi alle varie denominazioni di origine nella regione Trentino-Alto Adige, che in genere forniscono utili informazioni a chi vuol meglio conoscere il territorio ed i suoi prodotti. I siti delle Strade del vino e dei prodotti tipici della regione Trentino-Alto Adige assolvono poi in primis a questo scopo, in genere in collaborazione con i Consorzi di tutela ed altri enti locali, come ad esempio le organizzazioni di ristoratori e albergatori, e le enoteche. Le Enoteche regionali presenti nella regione Trentino-Alto Adige sono enti pubblici o aziende private come tali certificate sulla base di leggi regionali, vengono istituite allo scopo di promuovere i prodotti vitivinicoli locali e la cultura del vino e della gastronomia delle varie regioni. Laddove disponibili, sono in grado di fornire sia le informazioni che i prodotti stessi in degustazione o in vendita. Queste pagine sono in premanente aggiornamento, e ringraziamo fin d'ora i visitatori per indicazioni, suggerimenti, correzioni e segnalazioni che possono essere inviate come di consueto all'indirizzo info@quattrocalici.it.

Le Cantine con Agriturismo della regione Trentino-Alto Adige


Riportiamo di seguito tutte le Cantine della nostra Guida nella regione Trentino-Alto Adige dotate di struttura agrituristica o che offrono ospitalità e/o servizi di ristorazione. Cliccando sul nome di ciascun produttore si accede alla scheda relativa con dettagli sull'azienda, i contatti, i vini di propria produzione. La tabella è ordinabile anche per provincia e località


Nome dell'Azienda Regione Provinciaordinamento decrescente Comune Agriturismo
Röckhof-Konrad Augschöll Trentino-Alto Adige Bolzano Villandro
Prälatenhof-Roland Rohregger Trentino-Alto Adige Bolzano Caldaro sulla strada del vino
Lieselehof-Werner Morandell Trentino-Alto Adige Bolzano Caldaro sulla strada del vino
Larcherhof-Fam Spögler Trentino-Alto Adige Bolzano Bolzano
Josef Weger Trentino-Alto Adige Bolzano Appiano sulla strada del vino
Abbazia di Novacella Trentino-Alto Adige Bolzano Varna
Untermoserhof-Georg Ramoser Trentino-Alto Adige Bolzano Bolzano
Tenuta Klosterhof-Oskar Andergassen Trentino-Alto Adige Bolzano Caldaro sulla strada del vino
Strasserhof-Hannes Baumgartner Trentino-Alto Adige Bolzano Varna
Wallenburg Trentino-Alto Adige Trento Martignano

Pagine

Enoteche Regionali Italiane

Enoteche regionali della regione Trentino-Alto Adige

Le Enoteche Regionali sono enti pubblici o privati riconosciuti dalle singole regioni con opportune delibere emesse sulla base di leggi regionali ad hoc,

  • con finalità di promozione ed informazione sul vino, 
  • per intraprendere iniziative per la conservazione e documentazione di elementi di cultura rurale regionale e delle attività agricole ed enologiche del passato

(cfr. Legge regionale del Veneto 25 luglio 2008 n. 9, articolo 67, "Riconoscimento delle enoteche regionali"). Ovviamente da regione a regione possono esservi differenze normative, ma alla fine gli obiettivi di queste iniziative rimangono invariati.

Occorre però fare alcune precisazioni: 1) Non tutte le regioni si sono dotate di leggi per l'istituzione di Enoteche regionali; 2) Quand'anche queste leggi siano state promulgate, non è detto che in una determinata regione siano già stare riconosciute Enoteche regionali; 3) Quand'anche uno o più enti siano stati riconosciuti come enoteche regionali in una certa regione, non è detto che questi siano già operativi con attività rivolte al pubblico, che è la cosa che alla fine interessa gli appassionati, ed infine 4) Nulla impedisce, stante quanto da noi riscontrato, a enoteche qualunque di fregiarsi di nomi di fantasia contenenti la dicitura "Enoteca Regionale", senza che questo identifichi un ente riconosciuto con delibera regionale nel rispetto delle finalità di cui sopra.

Detto questo, abbiamo svolto una ricerca per identificare, regione per regione, quelle in cui strutture pubbliche o private a) siano state riconosciute come Enoteche regionali con opportuna delibera, b) siano (già) operative con locali o iniziative rivolte al pubblico e c) abbiano una presenza sul web. L'elenco che segue costituisce il risultato della nostra ricerca relativamente alla regione Trentino-Alto Adige. Se siete a conoscenza di altre Enoteche regionali attive e rispondenti a questi requisiti non incluse nell'elenco, o in caso di errori presenti nello stesso, vi saremo grati per la vostra segnalazione su info@quattrocalici.it.


Nome Enoteca Regione Provincia Comune
Enoteca provinciale del Trentino Trentino-Alto Adige Trento Trento

Strade del Vino e dei Sapori in Italia

Le strade del vino e dei sapori per la regione Trentino-Alto Adige

Le Strade del Vino sono degli enti previsti con la Legge 27 luglio 1999, n. 268 titolata per l'appunto "Disciplina delle Strade del Vino" e a loro volta costituiti e disciplinati sulla base di apposite leggi regionali.

La legge prevede che le Regioni (o le Province autonome) definiscano dei percorsi segnalati e pubblicizzati con appositi cartelli, lungo i quali insistono valori naturali, culturali e ambientali, vigneti e cantine di aziende agricole singole o associate aperte al pubblico. L'idea è quella di creare uno strumento attraverso il quale i territori vinicoli e le relative produzioni possono essere divulgati, commercializzati e fruiti in forma di offerta turistica.

Le attività di ricezione e di ospitalità, compresa la degustazione dei prodotti aziendali e l'organizzazione di attività ricreative, culturali e didattiche, svolte da aziende agricole nell'ambito delle "strade del vino", possono quindi essere  in questo contesto assimilate alle attività agrituristiche secondo le disposizioni in materia a livello nazionale e regionale.

Attualmente la situazione in termini di comunicazione verso il pubblico è altamente disomogenea. Alcune Strade esistono soltanto sul web e sono nella realtà scomparse o non più attive, altre hanno cambiato indirizzo fisico, contatti telefonici o sito web o hanno sito web inattivo. Tutto ciò ha reso la nostra ricerca difficoltosa ed i risultati parziali e non sempre (purtroppo) accurati. Preghiamo i visitatori interessati di segnalarci errori, omissioni, inesattezze e quant'altro scrivendo all'indirizzo mail info@quattrocalici.it.

 


Consorzi di tutela per i vini DOP e IGP

I Consorzi di tutela per i vini DO e IG della regione Trentino-Alto Adige

I siti dei Consorzi di tutela delle varie denominazioni di origine sono in molti casi utili strumenti per reperire informazioni sul territorio e i vini prodotti nella denominazione di riferimento.

I Consorzi di tutela sono degli enti costituiti su base volontaria e disciplinati dall'art. 17 del d.lgs. 61/2010, che ne ha rivisto e meglio definito il ruolo di tutela dei prodotti vinicoli a denominazione di origine. Secondo il citato articolo, compito dei consorzi è, tra le altre cose,  quello di svolgere azioni di funzioni di tutela, di promozione, di valorizzazione, di informazione del consumatore e di cura generale degli interessi della relativa denominazione, e di vigilanza nei conforti di eventuali frodi in commercio.

I consorzi che ne fanno richiesta, possone venire riconosciuti ufficialmente dal ministero, e se soddisfano a determinati requisiti di rappresentatività stabiliti dall'art.17, vengono incaricati dal ministero a svolgere le funzioni cui è preposto nei confronti di tutti i soggetti inseriti nel sistema di controllo della DOP/IGP di riferimento.

L'implementazione del decreto ha fatto sì che soltanto un certo numero di consorzi tra tutti quelli esistenti sia di fatto incaricato ai ruoli di cui sopra  e attualmente la situazione in termini di comunicazione verso il pubblico è altamente disomogenea. Alcuni consorzi esistono soltanto sul web e sono nella realtà scomparsi o non più attivi, altri hanno cambiato indirizzo fisico, contatti telefonici o sito web o hanno sito web inattivo, altri ancora, per quanto ufficialmente incaricati, non hanno ancora iniziato la loro operatività istituzionale e/o non dispongono ancora di un sito web funzionante.

Abbiamo riportato i dati disponibili in rete, dopo accurata (e faticosa) ricerca. La situazione dei consorzi incaricati è attualmente aggiornata al 1.Giugno 2014 secondo i dati forniti dal MIPAAF. Sarà nostra cura aggiornare periodicamente l'elenco in base alle modifiche ufficializzate dal ministero.