L'Atlante delle Denominazioni di origine di Quattrocalici.it

Barbaresco DOCG

 

La denominazione di origine "Barbaresco DOCG" è una delle più importanti DOCG della regione Piemonte, per le province di Cuneo. Esiste dal 1966 (DOC) ed è passata a DOCG dal 1980. I vini della Barbaresco DOCG vengono prodotti a partire dai vitigni Nebbiolo. Visualizza tutte le DOCG della regione Piemonte sulla Guida alle Denominazioni di Origine dei Vini d'Italia di Quattrocalici.it

tipologie vini ammesse per la Barbaresco DOCG

  • «Barbaresco»
  • «Barbaresco» riserva
  • «Barbaresco» e «Barbaresco» riserva, con una delle seguenti menzioni geografiche aggiuntive:
  • Albesani, Asili, Ausario, Balluri, Basarin, Bernadot, Bordini, Bricco di Neive, Bricco di Treiso, Bric Micca, Ca' Grossa, Canova, Cars, Casot, Castellizzano, Cavanna, Cole, Cottà, Currà, Faset, Fausoni, Ferrere, Gaia-Principe, Gallina, Garassino, Giacone, Giacosa, Manzola, Marcarini, Marcorino, Martinenga, Meruzzano, Montaribaldi, Montefico, Montersino, Montestefano, Muncagota, Nervo, Ovello, Paje', Pajore', Pora, Rabaja', Rabaja-Bas, Rio Sordo, Rivetti, Rizzi, Roccalini, Rocche Massalupo, Rombone, Roncaglie, Roncagliette, Ronchi, San Cristoforo, San Giuliano, San Stunet, Secondine, Serraboella, Serracapelli, Serragrilli, Starderi, Tre Stelle, Trifolera, Valeirano, Vallegrande e Vicenziana, 

    alle quali può essere aggiunta la menzione «vigna» seguita dal relativo toponimo

il dettaglio per le tipologie vini della Barbaresco DOCG

Link alle pagine delle tipologie vini:

Di seguito riportiamo i link a tutte le tipologie della Barbaresco DOCG. Cliccando ciascun link si accederà alla pagina della tipologia con tutte le caratteristiche organolettiche e di vinificazione previste dal diciplinare.

Zone di produzione per i vini della Barbaresco DOCG

L'intero territorio dei comuni di Barbaresco, Neive,Treiso (già frazione di Barbaresco) e la parte della frazione «San Rocco Senodelvio» già facente parte del comune di Barbaresco ed aggregata al comune di Alba

i dettagli della base ampelografica per la Barbaresco DOCG

vini a denominazione di origine controllata e garantita «Barbaresco», devono essere ottenuti da uve provenienti dai vigneti composti esclusivamente dal vitigno Nebbiolo.

le norme per la viticoltura nella Barbaresco DOCG

  • altitudine: non superiore a 550 m s.l.m.;
  • densità d'impianto: I vigneti oggetto di nuova iscrizione o di reimpianto dovranno essere composti da un numero di ceppi ad ettaro, calcolati sul sesto d'impianto, non inferiore a 3.500
  • forme di allevamento e sistemi di potatura: quelli tradizionali (forma di allevamento: controspalliera; sistema di potatura: Guyot
  • Resa massima di uva ad ettaro: 8 ton, 7,2 per la tipologia "riserva"
  • Titolo alcolometrico volumico naturale: min. 12%, min. 12,5% per la tipologia "riserva"

le norme per la vinificazione e l'affinamento dei vini per la Barbaresco DOCG

  • La resa massima dell'uva in vino finito non dovrà essere superiore al 70%, al 68% al termine del periodo di invecchiamento obbligatorio
  • I vini devono essere sottoposti ad un periodo di invecchiamento minimo di 26 mesi di cui 9 in legno, 50 mesi di cui 9 in legno per la tipologia "riserva"
  • La messa in commercio può avvenire a partire dal 1. Gennaio del terzo anno successivo alla vendemmia per i vini "Barbaresco" e il 1. Gennaio del quinto anno successivo alla vendemmia per  la tipologia "riserva"

le caratteristiche dei vini inclusi nella Barbaresco DOCG

1. I vini a denominazione di origine controllata e garantita «Barbaresco» all'atto dell'immissione al consumo, devono rispondere alle seguenti caratteristiche:

  • colore: rosso granato;
  • odore: intenso e caratteristico;
  • sapore: asciutto, pieno, armonico;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol; con «menzione geografica aggiuntiva» e «vigna»: 12,50% vol;
  • acidità totale minima: 4,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 22,0 g/l.

2. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita «Barbaresco» tipologia «riserva», all'atto dell'immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

  • colore: rosso granato;
  • odore: intenso e caratteristico;
  • sapore: asciutto, pieno, armonico;
  • titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol; con «menzione geografica aggiuntiva» e «vigna»: 12,50% vol;
  • acidità totale minima: 4,5 g/l;
  • estratto non riduttore minimo: 22,0 g/l.

Produttori ubicati nel territorio della Barbaresco DOCG

Seleziona un produttore dall'elenco o dalla tabella
Produttore Comune Provincia
Francone Neive Cuneo
Abrigo Orlando Treiso Cuneo
Albino Rocca Barbaresco Cuneo
Antichi Poderi dei Gallina Neive Cuneo
Bruno Giacosa Neive Cuneo
Bruno Rocca Azienda Agricola Rabajà Barbaresco Cuneo
Busso Piero Neive Cuneo
Cà del Baio Treiso Cuneo
Cantina del Glicine Neive Cuneo
Cantina del Pino Barbaresco Cuneo